Il percorso Verso l’alto

calendario-emmaus

VERSO L’ALTO

Percorso vocazionale per adolescenti

(da fare in parrocchia)

L’orizzonte

 

“Verso l’alto” è l’espressione forse più nota di Piergiorgio Frassati, beato e co-patrono dei giovani.

 

Nato nel 1901 da famiglia dell’alta borghesia torinese, era un ragazzo destinato a una vita agiata, con la strada spianata. Ma nei suoi ventiquattro anni di vita terrena ha cercato e amato altezze, salite e dislivelli: nello studio, nel tempo libero, nell’impegno sociale e politico, nelle amicizie, nella carità .

 

Per questo il beato Frassati è un modello per ogni adolescente a puntare decisamente in alto, ad una umanità  compiuta, a scelte elevate, ad una fede vissuta a misura di santità .

“Verso l’alto” è l’invito a non accontentarsi, a non “vivacchiare”, come amava dire proprio il giovane Piergiorgio.

“Verso l’alto” è non guardare solo all’orizzonte terreno, ma ad alzare sguardo e cuore.

“Verso l’alto” è il riconoscere che siamo fatti per il cielo.

“Vero l’alto” è non essere ripiegati solo su se stessi, ma ampliare i riferimenti.

“Verso l’alto” è confessare che da soli non sappiamo dire chi siamo.

“Verso l’alto” è impostare la propria vita non partendo solo da se stessi, ma in ascolto di quella Parola che viene dall’alto.

“Verso l’alto” è decidere che sia Dio a guidare la nostra vita.

“Verso l’alto” è questo e molte altre cose.

 

Guardando a Piergiorgio Frassati e ai suoi coetanei di oggi, è stato pensato questo percorso che vuole aiutare a guardare alla propria vita con un orizzonte che completi il proprio punto di vista: quello di Dio e della Chiesa. L’adolescente, che sta mettendo le basi del proprio futuro, potrà  farlo scoprendosi dentro un progetto d’amore di Dio e chiamato da Lui a qualcosa di unico e speciale, per la Chiesa e l’umanità  intera.

 

Questo percorso vocazionale potrà poi aprirsi a un cammino personalizzato, che per alcuni maschi può prevedere anche l’ingresso nella comunità  del Seminario Minore di Verona.

 

 

La modalitÃà

 

La proposta per il gruppo adolescenti è di fare un paio di incontri (nel mese di gennaio o febbraio) sul tema della vocazione, facendo emergere idee, preconcetti, paure, difficoltà , ecc. Quindi il gruppo verrà  invitato al recital della comunità  adolescenti, ovvero III media – I superiore, in Seminario Minore (in una data da concordare, magari anche con altre parrocchie). Infine un momento di ritorno e confronto, dove lavorare sull’idea di vocazione, sul percorso personale di ricerca vocazionale e sui temi proposti nel recital.

 

Nel caso vi fosse anche un gruppo di 17-18enni, questi possono fare l’ultimo incontro con la comunità giovani del Seminario Minore (II-V superiore), anzichè quella adolescenti.

 

Info:

don Luca (349 7763842)

minore@seminarioverona.it