Il percorso “In ascolto di una Parola di bellezza”

cenacoli-ricerca-della-felicita

In ascolto di una Parola di bellezza

Percorso per ragazzi e ragazze delle medie

(da vivere in parrocchia)

 

PRESENTAZIONE DEL PERCORSO

 

La vita bella

I cristiani hanno l’ardine di affermare che conoscono il segreto della vita bella!

In una società delle immagini, come è quella di oggi, molti parlano di bellezza, se ne propongono modelli o maestri, ma risultano poi illusioni o miraggi. Spesso perché disgiungono la bellezza da ciò che è inseparabile da essa ovvero la bontà e la verità.

 

Quale bellezza?

Il tema della bellezza pervade dall’inizio alla fine la Bibbia. All’inizio Dio ammira compiaciuto ciò che esce dalla sua Parola e dalle sue mani, affermando come in un ritornello sempre uguale: “è cosa buona”. Alla fine, nel libro dell’Apocalisse, si è condotti fino alla contemplazione della bellezza della gloria di Dio, che si rivela in modo finale alla discesa della Gerusalemme del cielo e alla fine di questo mondo.

Tra queste due cornici, tante pennellate di bellezza, con al centro l’umanità, che per Dio è sempre “molto bella”. Tale splendore sfolgora in modo totale sul volto di Gesù Cristo, in cui è svelato in maniera definitiva Dio ma anche il vero volto dell’uomo. “Ecco l’uomo!”. Ecco la bellezza dell’uomo, ecco la verità dell’uomo. Ecco l’uomo secondo il cuore e il desiderio di Dio.

 

Attratti da una bellezza

La bellezza di Cristo attrae e non delude: si tratta di un amore gratuito e incondizionato, che corrisponde in maniera unica al nostro desiderio di felicità, gioia, amore, insomma della totale pienezza che è Dio. In Lui e con Lui anche la nostra vita diventa bella, la più bella possibile: una vita e una bellezza eterna.

I ragazzi nell’età pre-adolescenziale, si sentono attratti da ciò che è bello e hanno il desiderio di coglierne la fonte. Non si accontentano di ciò che è “normale”, standard, in serie, ma vogliono quel di più che è proprio lo spazio della bellezza.

 

L’incontro con il Bello

Ai ragazzi sarà proposto di vivere l’esperienza di incontro con Gesù Cristo, il pastore Bello, la bellezza incarnata. Per rendere possibile questo si userà anche la mediazione di alcuni personaggi biblici, che testimoniano una vita bella e indicano il Bello.

Negli incontri si alterneranno momenti di provocazione, di meditazione sulla Parola, di riflessione personale, di silenzio, di confronto.

 

Una chiamata di bellezza

Attraverso questo percorso, i ragazzi scopriranno la bellezza che c’è in loro e quella voce di bellezza che li chiama. Potrà iniziare così un cammino vocazionale, inteso come accogliere questo invito a indirizzare la propria vita alla bellezza e scoprire la bellezza della propria unicità.

In questo sarà importante anche l’imparare il metodo del discernimento spirituale, inteso come riconoscere la voce dello Spirito di bellezza (ovvero che viene dalla bellezza e indirizza verso le bellezza), per non rischiare di confonderlo con altri spiriti.

Questo percorso “vocazionale” potrà poi aprirsi a un cammino personalizzato, che per alcuni maschi può prevedere anche l’ingresso nella comunità del Seminario Minore di Verona.

 

In cammino verso la bellezza

Obiettivi generali per i preadolescenti:

  • Far loro conoscere alcuni personaggi biblici e alcuni santi che testimoniano la bellezza di una vita come vocazione
  • Aiutarli a scoprire (o riscoprire) che la loro vita è bella ed è chiamata a bellezza
  • Condurli a iniziare (o continuare) il dialogo con Dio
  • Aiutarli a iniziare (o continuare) un cammino di accompagnamento personale

 

In concreto

Nel concreto vengono fatte due proposte, legate alle possibilità di una parrocchia di portare avanti in loco una parte del percorso e affiancare in questi incontri alle catechiste almeno il sacerdote (elemento fondamentale del percorso); in caso contrario si indica di invitare i ragazzi agli incontri che verranno tenuti a livello diocesano.