Il percorso “Alla ricerca della felicità”

Kids in motion of running on green field in summer time

Alla ricerca della felicità

Percorso vocazionale per ragazzi e ragazze

di quinta elementare

(da proporre in parrocchia)

 

 

PRESENTAZIONE DEL PERCORSO

L’orizzonte

La felicità, quella piena e vera, è la vocazione originaria di Dio per l’uomo e il desiderio profondo di ogni uomo. Posso trovare questa felicità  solo in dialogo con Dio, solo con una vita che sia “vocazione”.

 

I “segni di felicità” presenti in un ragazzo sono modalità  di scoperta della verità  di è, dell’amore di Dio, di un cammino che posso fare nella vita insieme con Dio e la Chiesa.

 

Il percorso nasce da un’esperienza di Chiesa (preti giovani, educatori seminario minore, CPR, ACR, CDV) e vuole essere un’esperienza di Chiesa (equipe che li guida) e per la Chiesa (apertura vocazionale).

 

La modalità

Il percorso prevede quattro incontri di un’ora circa ciascuno da vivere in parrocchia e un incontro diocesano di una giornata; inoltre due week end a livello diocesano per quei ragazzi e ragazze che desiderano approfondire il cammino in modo differenziato.

 

Negli incontri iniziali in parrocchia ci guideranno tre domande: Quando sono felice? Dove sono felice? Con chi sono felice?

Nella giornata a livello diocesano ai ragazzi saranno proposti alcuni modi di vivere il cammino della felicità  e come alcune persone hanno scoperto questa via e la stanno vivendo.

Nell’incontro di ritorno in parrocchia ai ragazzi sarà  proposta una riflessione sul battesimo, come momento da cui scaturisce l’appartenenza alla Chiesa, luogo in cui trovo la mia felicità  e concorro alla felicità  degli altri.

Nei due week-end di cammino differenziato saranno proposti la condivisione come segreto della felicità  e le beatitudini evangeliche come strada della felicità.

 

Ogni incontro, pur inserito all’interno di una mappa, ha una sua autonomia per consentire a chi non partecipa a tutti di non sentirsi “tagliato fuori”.

 

Inoltre si propone un incontro sul tema per i genitori di questi ragazzi, che può essere fatto all’inizio (anche come presentazione e introduzione al percorso) o in momenti già  fissati dal cammino parrocchiale.

 

Il materiale che proponiamo è una sorta di traccia e “cassetta degli attrezzi” che ogni equipe può personalizzare. Consigliamo comunque che non manchino mai alcuni aspetti: un riassunto degli incontri precedenti, una provocazione sul tema dell’incontro, un lavoro di gruppo/gioco per interiorizzare il tema, un momento di preghiera curato bene, un momento conviviale.